Elettrostimolatori, di che cosa si tratta e come si usano

Elettrostimolatori, di che cosa si tratta e come si usano

Gli elettrostimolatori sono dei dispositivi che nascono principalmente per essere utilizzati in campo sportivo e riabilitativo.

In effetti gli elettrostimolatori per i muscoli nascono proprio per aiutare gli atleti o gli sportivi nella loro preparazione atletica oppure nella preparazione particolare di alcune gare specifiche. Inoltre gli elettrostimolatori sono stati sempre utilizzati anche per aiutare gli atleti a recuperare da infortuni più o meno gravi o per essere utilizzati in caso di muscoli infiammati.

Negli ultimi anni invece questi dispositivi sono stati utilizzati sempre di più anche per altri scopi. Per esempio si è iniziato ad applicare le terapie di elettrostimolazione anche in campo medico. Gli elettrostimolatori infatti sono molto utili per combattere stati infiammatori di piccola e media entità. Oppure spesso le terapie di elettrostimolazione vengono utilizzate per combattere i sintomi legati a diverse patologie che possono coinvolgere i muscoli o le fibre muscolari.
Cerchiamo, dunque, di scoprirne di più su questi apparecchi.

Cosa sono gli elettrostimolatori?

Gli elettrostimolatori sono apparecchi costituiti principalmente da un generatore di corrente elettrica a bassa frequenza collegato a una serie di elettrodi, usato per sviluppare e rinforzare la muscolatura. Questo dispositivo è composto da una serie di elementi essenziali che gli permettono di svolgere le attività per le quali è stato creato. Si tratta quindi di un dispositivo abbastanza moderno che sfrutta degli impulsi elettrici per andare a stimolare i muscoli del corpo.

L’obiettivo principale di un elettrostimolatore è quello di andare a stimolare le contrazioni muscolari tramite impulsi elettrici. Questa stimolazione avviene attraverso l’utilizzo di un apparecchio che sfrutta delle correnti elettriche a bassa frequenza. Attraverso dei conduttori, chiamati appunto elettrodi, l’apparecchio trasmette questi impulsi elettrici a bassa frequenza ai muscoli o alle fibre muscolari che devono essere stimolate.

Le applicazioni dei dispositivi di elettrostimolazione sono varie; come abbiamo già accennato, l’elettrostimolazione nasce principalmente per essere applicata in campo sportivo e atletico. Successivamente invece ci si è resi conto degli ottimi effetti e dei benefici che l’elettrostimolazione può portare anche in campo medico. Di conseguenza l’utilizzo degli elettrostimolatori è diventato sempre più comune e popolare.

A cosa servono?

A cosa servono quindi gli elettrostimolatore e per cosa possono essere utilizzati? Abbiamo già affermato che gli elettrostimolatori nascono con la funzione di tonificare i gruppi muscolari. In effetti le maggiori applicazioni di questi dispositivi sono proprio in campo sportivo. Sono molto utili, infatti, per aiutare gli atleti nella preparazione sportiva e anche per ottenere migliori risultati. Utilizzando regolarmente un elettrostimolatore i muscoli acquisteranno maggiore resistenza, tonicità ed elasticità.

Ma i dispositivi di elettrostimolazione sono particolarmente utili anche quando vengono utilizzati in campo medico. Le terapie di elettrostimolazione infatti sono particolarmente utili e di beneficio per combattere sintomi dovuti a dolori cervicali, lombalgie, varie forme di incontinenza. Oppure possono essere utilizzate dalle donne dopo il parto per rinforzare il pavimento pelvico. O ancora sono molto utili nei percorsi di riabilitazione dopo incidenti, infortuni operazioni chirurgiche. In molti centri di fisioterapia l’elettrostimolazione viene utilizzata anche per la rieducazione posturale oppure per alleviare stati infiammatori dei muscoli. Gli elettrostimolatori sono quindi utili per numerosi scopi.

Come funzionano gli elettrostimolatori?

Questi dispositivi sono molto semplici da utilizzare. La struttura di questi dispositivi è composta da 2 componenti essenziali:

  • Generatore di corrente
  • Elettrodi

Il generatore di corrente che si trova all’interno di un elettrostimolatore è la parte più importante del dispositivo. Questo perché è il generatore a produrre la corrente elettrica che verrà poi trasmessa ai muscoli. Solitamente questi generatori sono di piccole dimensioni e vanno a generare una corrente a bassa frequenza, che si adatta quindi perfettamente al tipo di trattamento che andrete a svolgere. Invece gli elettrodi sono i conduttori del dispositivo. Si tratta di piccoli componenti che vanno posizionati sulla pelle in corrispondenza del muscolo o dei fasci muscolari che si vogliono trattare.

Una volta applicati gli elettrodi sulla pelle, non dovrete far altro che azionare l’elettrostimolatore che invierà degli impulsi che faranno contrarre i vostri muscoli in modo involontario. Il processo di utilizzo di questi dispositivo è davvero semplicissimo e si adatta anche a chi non ha mai usato dispositivi del genere.

Quali trattamenti si possono svolgere?

Con un elettrostimolatore quali tipi di trattamento o di terapie è possibile svolgere? Andiamo ad esaminarli insieme:

  • Trattamenti di riabilitazione. Questi dispositivi possono essere utilizzati in accostamento alle terapie riabilitative tradizionali per ottenere dei risultati migliori e maggiori benefici.
  • Trattamenti anti-dolore. Gli elettrostimolatori sono molto utili nel combattere il dolore legato a stati di infiammazione dei muscoli o altre patologie. Delle sedute regolari di elettrostimolazione possono alleviare e anche eliminare il dolore dovuto a cervicali, lombalgie e molte altre patologie.
  • Trattamenti di allenamento. Gli elettrostimolatori possono essere utilizzati per rendere il vostro allenamento più efficace. Utilizzandoli prima, dopo o durante l’allenamento, otterrete dei muscoli più resistenti ed elastici.
  • Trattamenti estetici. Infine gli elettrostimolatori possono essere utilizzati anche per combattere i segni del tempo e le rughe, sia sul viso che su collo e décolleté.

Benefici dell’utilizzo di un elettrostimolatore

I benefici dell’utilizzo di un elettrostimolatore sono molti. Innanzitutto, utilizzandolo regolarmente, potrete incrementare la massa muscolare e migliorare specifici gruppi muscolari. Questo ovviamente solo se lo utilizzerete in combinazione con un allenamento regolare. Inoltre potrete utilizzare gli elettrostimolatori per alleviare dolori dovuti a stati infiammatori o a infortuni.

Un altro beneficio è sicuramente il miglioramento della circolazione e della vascolarizzazione della zona che andrete a stimolare. Infine, utilizzando regolarmente un elettrostimolatore otterrete dei muscoli molto più resistenti, elastici e poco soggetti a lesioni di vario genere.

CATEGORIES
Share This