Copridivano, le possibili scelte per l’arredamento del soggiorno

Copridivano, le possibili scelte per l’arredamento del soggiorno

Scegliere un buon copridivano può non risultare così semplice dal momento che in commercio ne esistono numerose tipologie e con materiali tra loro diversi. Cerchiamo di capire insieme quale sia il miglior supporto che più si adatta al proprio divano.

Tipologia

Per sciogliere il dubbio relativo a come scegliere il miglior copridivano, l’importante è capire cosa vi interessa maggiormente. Se la premura punta tutta verso una copertura completa del supporto allora meglio indirizzarsi su un prodotto magari elasticizzato.
Questa particolare tipologia di copridivano ha dalla sua la capacità di avvolgere come un guanto il mobile, impedendo a animali o a schiere vivaci di giovani di lasciare segni indelebili sull’oggetto. Da un altro punto di vista poi, il supporto risulta adatto a una pulizia semplice e immediata, con un giusto equilibrio tra materiali elastici e comfort per chi ci siede.
In questo caso bisogna andare alla ricerca del copridivano elasticizzato specifico: un copridivano angolare elasticizzato, infatti, sarà strutturato in maniera diversa da un copridivano a tre posti lineare, oppure un copridivano con penisola.
Nel caso in cui non vogliate invece coprire completamente la struttura, una soluzione può essere ricercata nel telo copridivano.
Il pregio sta tutto nella dimensione meno definitiva e più pratica con cui poter gestire la protezione, adattando e spostando il telo all’occorrenza ed anche del divano. In questo caso il telo andrà ad adattarsi alla struttura del divano sia che si tratti di un divano a tre posti lineare oppure di un divano con penisola o un divano angolare.

Qualità del copridivano

Come scegliere una buon copridivano dunque? Una volta capito su quale supporto indirizzarsi è opportuno capire anche che tessuto o materiale si preferisce, esistono supporti in cotone che funzionano benissimo, lasciando fresco chi ci si siede durante una stagione estiva.
Altri materiali come il silicone e l’elastan da un lato servono a dare versatilità all’oggetto, con una buona capacità di adattamento, dall’altro invece creare delle zone con grip più forte consente al copridivano di rimanere ben posizionato, non dovendo ricorrere ogni momento a continui aggiustamenti.

Formato e confezione

Confrontando i prezzi dei prodotti presenti sul mercato è facile notare che alcune tipologie di copridivano si adattino meglio a certi formati e altre invece abbiamo un maggiore grado di adattabilità. Guardate bene le misure del vostro divano, leggendo le diverse schede tecniche di ogni prodotto. Purtroppo ogni produttore ha delle misure che non sempre rispettano gli standard di un divano da tre tre o cinque posti.

A questo proposito affidarsi anche ai pareri di chi ha provato direttamente l’oggetto, magari anche in presenza di un divano angolare, può restringere il campo, aiutando l’utente a farsi una classifica mentale riguardo quella tipologia di prodotto che può fare al caso suo. In tutti i modi, la praticità d’utilizzo e anche una comodità nel lavaggio e pulizia del supporto non dovrebbero mancare in un prodotto che aspira a essere il miglior copridivano del 2019.

CATEGORIES
Share This