Pranzo di Natale, ecco cosa servire ai propri ospiti per stupirli

Pranzo di Natale, ecco cosa servire ai propri ospiti per stupirli

Hai invitato tutti i parenti ma ancora non sai cosa cucinare per il pranzo di Natale? Nessun problema: ecco alcune idee per un menu del pranzo di Natale da leccarsi i baffi.

Ricette facili per il pranzo di Natale: gli antipasti

Tartine al salmone e burro aromatico

Per preparare queste tartine sarà necessario preparare un delizioso battuto di spezie e verdurine: per prima cosa, prendete timo, erba cipollina, dragoncello e basilico e tritateli finemente. In una ciotola ammorbidite il burro con qualche goccia di limone, aggiungete sale ed le erbe tritate. Spalmate il burro sulle tartine e adagiateci sopra il salmone affumicato, infine decorate con spezie e verdure. Si tratta di una delle ricette più facili per il pranzo di Natale.

Tartine al salmone e mascarpone

Prendete dei capperi sotto sale e sciacquateli abbondantemente: tritateli finemente e metteteli all’interno del mascarpone. Tritate finemente anche due ravanelli e aggiungeteli al mascarpone. Spalmate la crema al mascarpone sul pane, metteteci sopra il salmone e una fettina di ravanelli tagliata sottilissima, poi servite.

Crostini toscani con patè di fegatini di pollo

Dopo due ricette facili per il pranzo di Natale a base di pesce, eccone una classica, della tradizione, a base di carne.
Si tratta di una ricetta tipica toscana.

Ingredienti

– 500 gr di fegatini di pollo
– 2 carote
– 1 costa di sedano
– 1 cipolla
– 2 foglie di alloro
– 1 bicchiere di vino rosso
– olio d’oliva
– 2 acciughe sott’olio
– sale e pepe
– pane toscano sciapo

Preparazione

Lavate e tritate finemente le verdure: in una pentola ampia, meglio se di coccio, mettete due cucchiai di olio d’oliva e fate soffriggere dolcemente le verdure. Quando saranno dorate, aggiungete i fegatini di pollo e lasciateli rosolare per alcuni minuti: sfumateli con un bicchiere di vino rosso e copriteli per proseguire la cottura. Per insaporire il patè aggiungete due foglie di alloro e due acciughe: lasciate cuocere il composto fino a quando i fegatini non si saranno ammorbiditi. Togliete quindi l’alloro, e passate i fegatini nel mixer per ottenere un patè cremoso e facile da spalmare: aggiustate di sale e pepe.
Prendete quindi del pane toscano, fatelo tostare per alcuni minuti nel forno e poi servitelo con a fianco il patè tiepido.

Ricette per il pranzo di Natale: i primi

Lasagne al salmone con crema light di robiola

Si tratta di una delle ricette preferite per il pranzo di Natale ma è perfetto anche per il gran cenone della Vigilia.

Ingredienti

– Pasta fresca per lasagne
– 250 gr di salmone fresco
– 140 gr salmone affumicato
– 500 gr di robiola
– Salvia
– Erba cipollina
– Sale
– Pepe rosa

Preparazione

Prendete il trancio di salmone: privatelo delle lische e della pelle e tagliatelo a straccetti. Nella stessa ciotola in cui avete messo il salmone fresco aggiungete la robiola: durante la cottura la robiola si ammorbidisce, non spaventatevi quindi se l’impasto vi sembra poco liquido. Aggiungete all’impasto l’erba cipollina e un paio di foglie di salvia tritate, un pizzico leggero di sale e una macinata di pepe rosa. Amalgamate bene gli ingredienti e, per ultimo, aggiungete circa metà del salmone affumicato.
Sbollentate la pasta fresca per velocizzarne la cottura in forno: adagiate nella teglia il primo strato di pasta e copritelo con un paio di cucchiai di ripieno. Suddividete il ripieno in piccole gocce sulla pasta, in modo che una volta in forno si sciolgano e ricoprano così l’intera superficie. Ricoprite con uno strato di pasta e successivamente uno di ripieno. Proseguite fino all’esaurimento del ripieno: ricoprite l’ultimo strato con una manciata in più di salmone affumicato e un po’ di pepe rosa macinato grossolanamente.
Infine, coprite il tutto con un foglio di pasta e infornate a 190° per 40 minuti: gli ultimi 10 minuti di cottura togliete l’ultimo strato di pasta e impostate sulla modalità grill.

Cannelloni ripieni light

Se anche sotto le feste non riuscite a mettere da parte la forma fisica, ecco che arrivano i cannelloni ripieni light. Tanto per iniziare preparate una besciamella light sostituendo il latte intero con il latte di soia e il burro con l’olio extravergine di oliva. Tritate finemente gli spinaci bolliti e fateli saltare in padella con olio extravergine di oliva, cubetti di prosciutto cotto, Parmigiano grattugiato e il gioco è fatto.

Ricette per il pranzo di Natale: i secondi

Anatra all’arancia

Questa è sicuramente una delle ricette per il pranzo di Natale capace di stupire i vostri ospiti.

Ingredienti

– 1 anatra pulita
– 100 gr di burro
– 1 bicchiere di vino bianco fermo
– 4 arance grandi
– 1 bicchierino di Grand Marnier
– 20 gr di maizena
– Sale
– Pepe

Preparazione

Uno dei suggerimenti per preparare l’anatra all’arancia è quello di acquistare un’anatra già perfettamente pulita in modo che vi possiate dedicare da subito alla preparazione. Lasciate la vostra anatra intera durante la cottura e durante la mise en place, questo oltre a farvi risparmiare tempo avrà un grande effetto scenografico sulla vostra tavola.
Mettete il burro in una casseruola e fatelo sciogliere, aggiungete l’anatra e fatela rosolare molto bene da tutti i lati. A questo punto sfumate l’anatra con il vino bianco fermo e fatela cuocere a fuoco basso per circa 50 minuti bagnandola di tanto in tanto con il brodo. Questo servirà a mantenere la carne umida e particolarmente tenera.
Con un pela patate ricavate delle striscioline dalla buccia delle arance (solo la parte arancione, quella bianca darebbe delle note amare alla vostra ricetta) e fatele cuocere in acqua bollente per un paio di minuti, scolatele e mettetele da parte. Spremete la metà delle arance e filtrate il succo. Pelate a vivo le restanti arance ossia privatele di tutti i filamenti bianchi e tenete solo la polpa degli spicchi.
A questo punto unite all’anatra il succo d’arancia, la polpa e le striscioline di buccia bollite. Aggiungete anche il Grand Marnier, fate cuocere per altri 5 minuti e regolate di sale e di pepe.
Togliete l’anatra dal tegame e tenetela in caldo avvolta da carta d’alluminio. Intanto unite al fondo di cottura la maizena per farlo addensare e dopo un paio di minuti togliete dal fuoco.
Servite la vostra anatra all’arancia intera irrorata con il fondo di cottura.

Pesce al cartoccio al forno con patate

Per un menu del pranzo di Natale più sano, ecco una ricetta light, da mangiare in tutte le stagioni.

Ingredienti

– 1 pesce (orata, triglia, branzino)
– 200 gr di patate
– 200 gr di pomodorini
– 1 mazzetto di prezzemolo
– 1 limone
– Olio extravergine d’oliva
– Sale
– Pepe

Preparazione

Prendete il vostro pesce, che vi sarete già fatte pulire dal pescivendolo, e sciacquatelo sotto l’acqua corrente e poi asciugatelo con della carta assorbente. Se il pesce non è pulito, desquamatelo ed evisceratelo voi stesse.
A parte, su un tagliere fate un trito di prezzemolo e conservatelo in una ciotola. Nel frattempo, prendete le patate, sciacquatele sotto l’acqua del rubinetto, asciugatele e poi pelatele finemente. Se avete preso le patate piccole, potete anche lasciarle intere, altrimenti, tagliatele a fette o a dadini, come preferite. Ora fate lo stesso con i pomodorini: puliteli e lavateli e poi tagliateli a metà.
A questo punto, prendete un limone, lavate la buccia e affettatelo. Poi mettete tre o quattro fette dentro al pesce, insieme a un cucchiaino di trito di prezzemolo, sale, olio.
Adagiate il pesce su un foglio di carta di alluminio abbastanza grande e appoggiate tutto sopra un teglia. Dentro all’alluminio mettete anche i pomodorini e le patate. Condite con un filo d’olio, un pizzico di sale e, a chi piace, una spolverata di pepe.
Chiudete il foglio di alluminio e infornate a 200 gradi per circa 40 minuti. Prima di servire, controllate la cottura del pesce e delle verdure. Una volta cotto, servite caldo.

Ricette facili per il pranzo di Natale: i dolci

Per chiudere il menu del pranzo di Natale non possono mancare i dolci. Qui di seguito ve ne proponiamo due che vi permetteranno di riciclare il pandoro.

Tiramisù di pandoro

Tagliate il pandoro a fettine sottili e tenetelo da parte.
Preparate la crema al mascarpone ed un buon caffè. Zuccheratelo e lasciatelo raffreddare in un piatto fondo ampio.
Con il pennello da cucina, spennellate le fette di pandoro di caffè, oppure immergetele velocemente direttamente nel piatto da entrambi i lati.
Stendete in una pirofila uno strato di crema, uno di pandoro e uno di cacao amaro in polvere, spolverandolo con l’aiuto di un colino: procedete così fino ad esaurimento degli ingredienti.
Concludete con uno strato di crema e uno di cacao amaro. Potete anche arricchire il vostro tiramisù di pandoro in superficie con croccanti gocce di cioccolato.

Zuccotto di pandoro

Preparate una classica crema al mascarpone, fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e aggiungetelo poco alla volta alla crema.
Unite alla crema un foglio di colla di pesce precedentemente ammorbidito in acqua fredda e mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti.
Foderate con la pellicola trasparente lo stampino che avete scelto per il vostro zuccotto di pandoro, coprite con la glassa al cioccolato e le fettine di pandoro spesse circa 2 cm, poi bagnatelo leggermente con il caffè freddo.
Coprite il pandoro con le gocce di cioccolato e poi versate la crema di mascarpone al cioccolato.
Lasciate raffreddare lo zuccotto di pandoro in frigorifero per almeno 2 ore.

 

CATEGORIES
Share This