Il massaggiatore: chi è e come iniziare la professione

Sulle nostre pagine abbiamo già affrontato in maniera approfondita come funzionano i corsi per massaggiatori a Savona. È necessario però fare un approfondimento sulla figura del massaggiatore per capire al meglio di cosa si occupa e quali sono i requisiti richiesti per iniziare questo percorso professionale. Molto spesso le persone tendono a fare confusione tra le varie figure che operano nel campo dei massaggi.

Come saprete, esistono i fisioterapisti, i massaggiatori e il massaggio viene utilizzato anche molto in campo estetico per diversi scopi.

Quello che cambia tra queste tre figure è sicuramente il percorso di formazione ma anche l’ambito di applicazione delle tecniche di manipolazione.

Il fisioterapista per poter operare deve conseguire una laurea triennale e principalmente opera a scopo terapeutico e di riabilitazione. Il fisioterapista prescrive dei veri e propri trattamenti ed esercizi per il paziente a seconda dei casi e delle patologie in corso. L’estetista applica i massaggi a scopo estetico: molto famoso il massaggio drenante per ridurre la ritenzione idrica e quindi la cellulite, ma molto diffusi anche i massaggi il cui scopo è ridurre circonferenza del giro vita, fianchi e cosce.

Il massaggiatore invece opere al fine di migliorare il benessere fisico e psicologico di una persona, vediamo meglio come.

Il massaggiatore: come funziona questa professione?

Ora che abbiamo più chiara la differenza tra le figure professionali che operano nell’ambito delle manipolazioni corporee, possiamo approfondire meglio quello che fa un massaggiatore. Innanzitutto, per iniziare la professione non è necessaria la laurea, né il corso da estetista ma è necessario essere in possesso di un diploma e frequentare un corso ufficialmente riconosciuto come quelli di Savona che trovate su  https://www.artecorpo.it/corso-massaggiatori-professionale-savona.php.

Il corso ha valenza obbligatoria perché per iniziare a esercitare la professione occorre l’attestato finale. Il corso ha frequenza obbligatoria e una volta superato il test finale si può iniziare a lavorare nel campo. Il massaggiatore è un operatore che esegue delle particolari manipolazioni e pressioni sul corpo del cliente, sia tramite le mani che tramite attrezzature idonee, per far ritrovare alla persona il benessere.

Al fine di praticare i massaggi, ovviamente il professionista deve avere una buona resistenza fisica e anche alcune competenze specifiche. Il massaggiatore deve conoscere i principi di anatomia e fisiologia oltre che il sistema linfodrenante.

Deve conoscere bene anche i prodotti che vengono utilizzati per fare i massaggi e valutare le condizioni della persona in base alle richieste.

Come funziona una seduta di massaggi?

Sappiamo chi è il massaggiatore, ma come funziona nello specifico una seduta? Innanzitutto, il massaggiatore accoglie il cliente ascoltando le sue richieste e le sue problematiche. Può fare delle domande per comprendere meglio la situazione e capire così la tipologia di massaggio più adatta alla richiesta.

D’altronde i massaggi possono portare a diversi tipi di benefici, per un cui approfondimento vi consigliamo di andare qui. Durante la seduta il massaggiatore va a tastare le varie aree dove c’è più tensione e stress accumulato facendo un vero e proprio controllo. Durante questa fase può individuare anche eventuali problemi muscolari.

Dopo questa analisi, si concentra ad effettuare la tecnica di massaggio più indicata e fa eseguire al paziente degli esercizi di respirazione, anche questi volti a far ritrovare il benessere della persona. Una volta finita la prima seduta, il massaggiatore valuta poi anche la necessità di altri vari incontri e fissa un calendario di appuntamenti con il cliente.

Il numero delle sedute dipenderà dal problema riscontrato dal professionista che di volta in volta analizzerà lo stato di miglioramento. Alla fine della seduta il massaggiatore fornisce poi anche dei consigli da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni.